come rateizzare Equitalia

Come rateizzare Equitalia

Come chiedere a Equitalia la rateizzazione delle somme dovute?

Comune a molti è la necessità di chiedere a Equitalia la rateizzazione, dettata dall’assenza di sufficiente liquidità per far fronte al dovuto in un’unica soluzione.

Per rateizzare Equitalia, occorre innanzitutto verificare la propria posizione tramite estratto debitorio, ovvero la posizione debitoria del contribuente, cha ai fini dell’istanza di rateazione va considerata nella sua totalità.

A questo punto si presenta l’istanza di rateazione, ovvero la richiesta di pagare il proprio debito in rate mensili.

La rateazione ordinaria prevede un massimo di 72 rate mensili, mentre la rateazione straordinaria (concessa solo in ipotesi particolari) prevede un massimo di n. 120 rate mensili. In ogni caso, l’importo minimo di ogni rata è pari ad Euro 100.

Attenzione, perché è prevista la decadenza dal beneficio della dilazione in caso di mancato pagamento di n. 8 rate anche non consecutive!

E tale termine si abbrevia a sole n. 2 rate anche non consecutive per quanto riguarda i decaduti dal beneficio del termine che abbiano poi ottenuto una successiva rateazione (il 31 luglio scorso si è chiuso il termine per la possibilità di rateazione in favore di coloro che erano decaduti).

L’istanza di rateazione si può presentare presso uno degli sportelli Equitalia, oppure inviare per raccomandata A/R.

All’istanza di rateazione dev’essere allegata copia del proprio documento di riconoscimento.

Nell’istanza, si è tenuti ad indicare la motivazione della richiesta di rateazione, ma per debiti fino a Euro 50 mila non è necessario allegare alcuna documentazione comprovante la situazione di difficoltà economica.

Soluzione n. 1 – Recarsi presso lo sportello Equitalia più vicino, muniti di documento di riconoscimento

Allo sportello otterremo prima l’estratto debitorio e poi potremo procedere a compilare il modulo e presentare l’istanza di rateazione. Le comunicazioni sulla rateazione arriveranno al domicilio eletto nell’istanza stessa.

Individua lo sportello Equitalia più vicino a te, dal seguente link del sito ufficiale di Equitalia: http://www.gruppoequitalia.it/equitalia/opencms/it/sportello/index.html

Prima di recarti allo sportello, sappi che:

  • è opportuno raggiungere lo sportello di buon’ora (per lo meno per quanto riguarda gli sportelli Equitalia di Roma, preferibilmente andare ad apertura o anche prima dell’apertura delle 8:15 in quanto vengono distribuiti solo i numeri che, secondo una proiezione, possono essere serviti entro l’orario di chiusura e tutti gli altri utenti vengono invitati a tornare un altro giorno, per cui andare tardi potrebbe rivelarsi una perdita di tempo);

  • l’attesa, per lo meno per quanto riguarda gli sportelli Equitalia di Roma, è lunga, per cui può servire un permesso per assentarsi dal lavoro l’intera mattina; per quanto riguarda la mia esperienza, relativa ad Equitalia di Roma Aurelio, in data 11 Agosto 2014, i numeri per la coda delle rateazioni sono finiti circa alle ore 9:00 e mi è stato riferito (ma forse è una leggenda metropolitana…) che l’utente n. 1 si sarebbe messo in coda fuori dall’ufficio prima delle 6 di mattina (!); in ogni caso, ho constatato che l’attesa per una pratica di rateazione compresa stampa estratto debitorio era in quel giorno mediamente di 4 ore;

  • se ci si reca in Equitalia per conto di terzi, occorre necessariamente la delega scritta, completa degli estremi (e meglio se anche la fotocopia) del documento del delegante;

  • serve il documento;

  • è bene portare con sé la cartella in questione ed aver già compiuto le verifiche su eventuali cause di contestazione; il temine per il pagamento delle cartelle esattoriali è di 60 giorni a decorrere dalla data della notifica ed in caso di mancato pagamento o mancata contestazione entro tale termine, sono addebitate al debitore spese aggiuntive tra cui gli interessi di mora e le spese della procedura esecutiva che viene attivata per il recupero forzoso del credito.

Soluzione n. 2 – Presentare l’istanza a mezzo raccomandata A/R

  1. Per effettuare la richiesta di rateazione senza recarsi agli sportelli, occorre prima di tutto verificare online la situazione debitoria, seguendo le istruzioni riportate nel sito Equitalia: http://www.gruppoequitalia.it/equitalia/export/it/focuson/index.html

  2. Successivamente, stampare il modulo per presentare l’istanza di rateazione, scaricabile dal sito Equitalia: https://www.gruppoequitalia.it/equitalia/opencms/it/cittadini/rateazioni/ModulisticaNew/modulistica_prima_rateazione/index.html

  3. Infine, compilare debitamente il modulo ed inoltrarlo ad Equitalia a mezzo raccomandata A/R (con ricevuta di ritorno).

Ecco i recapiti di Equitalia:

Equitalia SpA – Sede legale e Direzione Generale – Viale di Tor Marancia 4 – 00147 Roma

Numero verde da telefono fisso: 800.178.078

Numero a pagamento secondo piano tariffario per chiamare dall’estero o da cellulare: (+39) 02 3679 3679 

Indirizzo Pec: equitaliasud@pec.equitaliasud.it

Se questo articolo su come rateizzare Equitalia ti è stato utile, esprimi il tuo gradimento con i bottoni Social (Facebook, Google+, Twitter, Linkedin) su questa pagina. Grazie da #Agapeunoteam!

Lascia un commento